senza categoria

Ravenna

Nelle vicinanze della villa dell’artista, vale la pena visitare Ravenna, patrimonio dell’ Unesco. La capitale del mosaico, che dista circa 50 km,  fu anche capitale dell’Impero Romano d’Occidente nell’epoca Bizantina.

Ravenna fa parte dei patrimoni dell’umanità dall’Unesco dal dicembre 1996

sia per i suoi monumenti religiosi di importanza straordinaria e che per la maestria artistica dei suoi artisti nell’arte del mosaico. I mosaici ravennati sono infatti i più celebri al mondo.

I siti paleocristiani e bizantini sono valsi a Ravenna l’inserimento nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO con ben otto monumenti. 

La città è un tesoro purtroppo sconosciuto a molti italiani, che invece attira turisti e appasionati di arte e cultura da tutto il mondo.

Pochi sanno che è stata per tre volte, capitale di tre imperi: dell’Impero Romano d’Occidente, di Teodorico Re dei Goti, dell’Impero di Bisanzio in Europa.

La Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, i Battisteri degli Ariani e degli Ortodossi, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e in Classe, la Cappella Arcivescovile e il Mausoleo di Teodorico non patrimonio dell’umanità intera.

Ravenna, oltre agli imperdibili monumenti storici, possiede dei bei litorali ed è collocato vicino ad altre destinazioni turistiche come San Marino , il Delta del Po, Bologna e la Riviera Romagnola.

Ma se tutta questa cultura vi stanca,  c’è Mirabilandia, il parco divertimenti più grande d’Italia, e la vicina Riviera Romagnola.

I principali monumenti religiosi a Ravenna patrimonio dell’Unesco:

  • la basilica di San Vitale
  • il mausoleo di Galla Placidia
  • la Cappella Arcivescovile
  • la basilica di Sant’Apollinare Nuovo
  • il mausoleo di Teodorico
  • il battistero degli Ariani
  • il Battistero Neoniano
  • la Basilica di Sant’Apollinare in Classe

Da visitare anche a Ravenna:

  • La Basilica di San Francesco
  • il Duomo
  • il Mausoleo Arcivescovile
  • piazza del popolo e centro storico
  • la Tomba di Dante